06/08/12

Make up estivo

La domanda sorge spontanea ogni volta che l'estate diventa rovente: ma tu, ti trucchi lo stesso anche con queste temperature? Certo che si. Non vedo perché dovrei rinunciare al make up solo perché fa caldo. L'importante è scegliere prodotti giusti per non "appesantire" la pelle, che ovviamente suda. Il primo step quindi è cambiare la solita crema da giorno scegliendo un prodotto più leggero, tipo emulsione o gel. Per Chiara di Livorno che mi chiede qualche nome consiglio questi prodotti della Bioearth: gel lenitivo Aloebase Sensitive (per pelli miste tendenti al grasso), crema idratante attiva viso (crema leggera altamente idratante adatto anche alle pelli mature), oppure il gel al 99% aloe vera (freschissimo e a prova di sudore).

Il secondo step è alleggerire il fondotinta scegliendo una crema colorata, un fondotinta fluido o in polvere pressata o libera (occhio ai compatti che con il caldo tendono a infiammare la pelle creando bubboni pazzeschi) che donano un effetto più "fresco" e luminoso. 

La scorsa estate da luglio a settembre ho avuto modo di provare il fondotinta bio di Lady Futura al burro di karitè, mandorle dolci e jojoba. C'era molto caldo - 40° all'ombra - e devo dire che il test è andato molto bene. Il fondo è fluido, si stende facilmente, ma ha una copertura leggera, con un'esigua quantità di pigmenti coprenti. Consiglio di agitare bene il flacone prima dell'uso e di stare molto attente all'erogatore, che fa le bizze e schizza. Per evitare problemi l'ho travasato in un altro contenitore. Il colore è dorato, sia che scegliate il numero 1 (più chiaro), il 2 o il 3. Per darvi un'idea della tonalità, posso dirvi che l'1 va bene tutto l'anno perché regala al viso una leggera tonalità ambrata, molto difficile da trovare per noi bionde dalla carnagione calda! Il 2 è un ambrato medio e il 3 è il classico colore dell'abbronzatura delle bionde: biscotto. Per quanto riguarda la copertura non aspettatevi miracoli. Se avete forti discromie sulla pelle, tipo macchie da sole o da acne, dovrete correggerle prima con un correttore.


Un pregio di questo fondotinta? Il colore non ossida e resta così come lo vedete anche dopo molte ore.  Però la texture è magra, quindi se avete una pelle secca dopo un po' avrete la sensazione che "tiri". Sulla mia pelle mista da quarantenne va bene solo dalla primavera all'estate e quando il caldo torna nei range devo optare per stendere sotto un crema più corposa, specie nel contorno del viso.

Le pecche di questo fondotinta sono due: il prezzo (in erboristeria l'ho pagato € 28,00 decisamente caro per i miei gusti bio) e il dispenser che ogni tanto si inceppa causando una fuoriuscita di prodotto indesiderata.


Qui trovate l'INCI (lista ingredienti) del fondotinta.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Gin!
Grazie, sei stata molto molto gentile a rispondermi. Posso approfittare ancora per una piccolissima domanda??? Il fondotinta che mi hai consigliato protegge anche dal sole? La mia pelle è chiara e delicata e solitamente uso un fondotinta con spf 25. Grazie.
Chiara

GinCastelli ha detto...

Purtroppo questo fondo non ha un SPF, di conseguenza se la pelle è molto delicata ti consiglio di usare una protezione solare. Della stessa azienda, Bioearth, ci sono i solari molto validi. Prova la crema viso protezione 30 o, se non basta, la 50+
Non unge!

Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox