07/02/11

Carla Gozzi, ma come ti vesti?

Inizia così l'articolo di Francesco Signor su Giudizio Universale dedicato alla trasmissione televisiva "Ma come ti vesti" in onda su RealTime e condotto dagli "esperti d'immagine" Enzo Miccio e Carla Gozzi. Un quadretto ironico e ben dipinto, con il quale non posso che essere d'accordo.

Giudizio Universale (02/02/2010)
Non è che i reality mi facciano ribrezzo, ma se non li guardo, sto meglio. Lo dico così vi fate subito un'idea di quanto sia pieno di pregiudizi. ... C'è questo simpatico pennellone, Enzo Miccio, che sembra vestito dalla Foppapedretti. Non si sa perché, ma indossa sempre abiti con due taglie in meno. Napoletano, diplomato all'Istituto Europeo di Design, magro come un'asta di microfono, ha una simpatia contagiosa come l'herpes e due orecchie che sembrano appena messe su da un installatore Sky. Se mia moglie mi regalasse uno dei vestiti che indossa Enzo Miccio, la lapiderei. La sua comare platinata, Carla Gozzi, è una fashion consultant. I famigliari ancora la ricordano, quando da piccola alla domanda innocente "ma cosa vuoi fare da grande", rispondeva risoluta "la fashion consultant". E giù di esorcismo. Porta benissimo i suoi cinquant'anni, anche se ne ha svariati meno. Leggi ancora...
Prendo spunto da lì per soffermarmi sulla figura inquieta di Carla Gozzi - mai termine fu così appropriato - che fiera annuncia dal suo blog: "Riusciremo a combattere cattivo gusto e sciatteria?!" Permette? Fortemente ne dubito. E lo dico dandole del lei perché in questi casi... il minimo è prendere le distanze. Perché vede, c'è una grande responsabilità in quello che fa in quei benedetti minuti di trasmissione. Ci sono persone che guardano e credono, ahimè, di aver davanti due guru del fashion e del buon gusto. Ma non si può parlare di buon gusto o addirittura di stile ed eleganza quando lei è la prima a doversi fare un esame di coscienza! Ma dico, lo specchio a casa ce l'ha o l'ha gettato? Qualche volta si guarda? Le capita mai di riflettere che per certi look non ha più l'età? Nella sua biografia - che lei denuncia come noiosa (forse c'è poco di interessante da leggere?) - non c'è un riferimento alla sua età, ma da come si veste deduco che abbia passato la quarantina. Giusto? Mi scusi sa, non vorrei offenderla, ma io per mestiere guardo proprio l'immagine. Allora, suvvia. Un po' di decoro, lo dice sempre anche lei. No? Cos'è quel look da collegiale-finto-educanda che sfoggia in video? Sfiora il ridicolo. È pur sempre vero che il bianco in TV allarga, ma ci sono altri modi per creare le curve dove non ci sono. Fra l'altro è così pallida ed emaciata che un po' di colore, anche pastello, le farebbe proprio bene. E quei gambaletti in vista bianco ospedale? Gridano vendetta al cospetto di Dio. Una caduta dall'Olimpo. O-r-r-i-b-i-l-i. Lasci questi dettagli alle adolescenti che se li possono permettere e indossi un bel paio di collant o se proprio vuol sentirsi più femminile un paio di autoreggenti color nudo! E visto che ci siamo... se consideriamo l'altezza, le suggerisco una scarpa in tono con le calze. Perchè slancia!




Commenti

08 Febbraio 2011 - 10:14
mi auguro che tale commentino tu l'abbia riportato paro paro sul blog della signora gozzi..si legge una vena di invidia, magari vorresti tu essere al suo posto? ti consiglio di scrivere ciò che pensi direttamente a lei, sarebbe più giusto, non credi? buona giornata.

08 Febbraio 2011 - 11:11
Ohhh, finalmente qualcuno ha il coraggio di cantargliele a quella! Predica bene ma razzola male. Gin, però ti sei dimenticata di commentare il colore dei capelli? Fa molto befana... che dici?
Ely

08 Febbraio 2011 - 11:48
Manco da tanto, troppo tempo... anche io sono stata rapita dall'immediatezza di Fb e... da un bimbo pestifero! Ma qui ci passo spesso e questa volta lascio un messaggio doveroso: Gin ti adoro! Hai sintetizzato in poche parole tutto quello che penso, e non solo sulla suddetta signora ma su tutto il canale Real Time, uno schiaffo morale alla gente che lavora, seriamente, per andare avanti. Rimanendo in tema, mia madre ha 58 anni, porta jeans e giubbini piumino ma rimane sempre una signora, non serve un tacco 12 per apparire tale. E nemmeno i gambaletti da infermiera sexy... Concludo: una donna che va fa la spesa, bada ai figli e alla casa vuole sentirsi femminile, è vero, ma non servono abiti scollati, accessori improbabili e zeppe vertiginose. Solo un po' di buon gusto e magarai un pizzico di fascino. Ma questi purtroppo, non sono acquistabili con 1.500,00 euro... Moglieraggiante

08 Febbraio 2011 - 12:02
Gin, però non male l'idea di scrivere sul suo blog... ti firmi... metti l'indirizzo del tuo blog... e aumenti i contatti vertiginosamente :-DD
Ely


08 Febbraio 2011 - 12:08
@Moglieraggiante
Appunto, il buon gusto e poi anche il buon senso che si sono evidentemente persi per strada! È evidente che quel tipo di programma è fatto apposta per "spingere" brand molto commerciali e costosi, punto. Diverso invece il format di Tim Gunn che fornisce consigli e suggerimenti molto preziosi a tutti i tipi di donne, e quando costruisce un look spiega molto bene il come e perché di quella scelta.

09 Febbraio 2011 - 19:36
Oggi ho saputo la sua età, mi sono cascate le braccia... mia madre ha 70 anni e sembra più giovane. Anonimo

10 Febbraio 2011 - 13:07
trovo il tuo commento molto ben scritto, anche se non lo condivido in toto.
Mi spiego: a me il programma piace, anche se a volte mi scopro più a sorridere come una "scema" per i modi di fare, al limite del grottesco in alcuni momenti,  di Enzo e Carla che per altri contenuti. Tuttavia riconosco che certe mise proposte sono allucinanti e praticamente impossibili da portare e/o comprare per persone normali, ossia persone che vivono del loro modesto, seppur degnissimo stipendio. Non tutti posso permettersi gli abiti griffati o da boutique che vengono proposti. Mi piace però una cosa del programma: il fatto che cercano di far riscoprire, specie alle signore, una femminilità che a volte è andata a farsi benedire ... e scusate i termini!!! Intendiamoci, sono una donna che lavora, con un marito, una casa e un figlio e so che il tempo è sempre quello che è: ma non riesco a dimenticare in primis di essere una donna, e cerco di curarmi, sia in aspetto che in abiti, per non apparire sciatta. A volte mi sembra che le persone che partecipino al programma abbiamo un pò perso questo concetto: l'essere donna, femmina! Sulle mise proposte, come già detto, ... beh stendiamo un velo!! In quanto a loro: Carla effettivamente dovrebbe guardarsi prima allo specchio; certe volte, anzi spesso, è davvero ridicolo il suo look, nel senso che non lo trovo adatto alla sua età (pur non conoscendola), ma lo troverei più adatto ad una ventenne. Riguardo ad Enzo, che dire??? In alcuni momenti mi è sembrato che si sia preso la tappezzeria di casa della nonna per farsi gli abiti!!!!!!
Chiara

10 Febbraio 2011 - 15:01
ahahahh che pettegole..proprio massaie spicciole. mai letta tanta acredine e accidia..bella o meno, a quante di voi piacerebbe essere al suo posto in tv? e non dite di no, che non ci crederò mai..invidiose e basta!..ma tanto, mentre lei sta in tv, voi la guardate..se non vi piace, fatene a meno! :)

11 Febbraio 2011 - 13:52
Buon diurno, mia cara..
Post  azzeccato... Antimoda come sono io , rifletto su queste tue parole.. A volte, mi guardo attorno e vedendo molte donne, "vittime della moda ", mi chiedo , se se hanno specchi a casa loro ...... o se si vestano in base al costo del capo, o in base allo stilista del giorno, senza rensersi conto se un abito metta o no in risalto le qualità migliori delle loro fattezze... Mah...
Non c'e' più religione.......   Una preghiera unanime per le "VITTIME DI COTANTA ESIMIA SFRONTATEZZA  PSEUDO STILISTICA.." Ti Abbraccio ......Emma


11 Febbraio 2011 - 17:13
@Chiara
Brava, sono d'accordo con te. Le donne hanno dimenticato la loro femminilità; un po' per modus vivendi e un po' per praticità, l'essere femminile ha lasciato il posto a scarpe basse (per correre meglio), pantaloni (molto pratici) e maglioncini maschili. Ben vengano dunque trasmissioni televisive che elargiscono consigli, purché siano alla portata di tutte le tasche e che aiutino veramente le donne a valorizzare il proprio fisico e non solo il portafoglio dello stilista. Io non sono contro la moda. Anzi, credo che l'inventiva e la creatività degli stilisti debba essere al servizio della donna e non il contrario. Bisogna preder spunto dalla moda e non seguirla alla cieca scadendo nel ridicolo. Ecco perché le uniche trasmissioni che suggerisco alle mie allieve sono Io donna buccia di banana, "Lezioni di stile" di Tim Gunn e Gok Wan !

11 Febbraio 2011 - 17:17
@EmmaVittoria
Sai qual è il vero problema? Che è più semplice seguire la moda che inventarsi uno stile che sia calzante sul proprio stile di vita e sulla propria personalità. Fortuna che ci sono le consulenti d'immagine. 

13 Febbraio 2011 - 12:27
Sagge parole, bel blog, contenuti interessanti. Basta già questo per leggerti... senza contare che sei anche una bella donna, che non guasta mai... insomma, se ti interessa da oggi hai un lettore in più    :-) Piacere d'averti incontrata in rete. Diego

18 Febbraio 2011 - 16:47
Buonasera a tutte,
vorrei rispondere a tutte coloro che sostengono che i vari apprezzamenti negativi elencati andrebbero postati sul blog della sig.ra Gozzi...bene, voi fatelo, poi mi venite a dire se vi cancella o no...io l'ho fatto, scrivendole, che secondo me, prima di parlare e trattare come delle decelebrate le ragazze che partecipano al programma, potrebbe avere almeno la decenza di togliersi i gambaletti, senza dilungarmi troppo sulle oscenità che si infila e chiedendo una spiegazione a tale abbigliamento, non sono mica un esperta del settore come lei...ma sapete cosa ha fatto? Ha rimosso il mio post...cosa ne dite?

18 Febbraio 2011 - 17:38
@Buonasera a tutte...

Buonasera a te,
prendo atto di quanto mi racconti, ma non potendo leggere di persona il commento, lasciato sul blog della Gozzi, posso solo dirti cosa succede su questo blog con i commenti anonimi che ricevo.
Anch'io a volte impedisco la pubblicazione dei commenti. Non perché tema le critiche, anzi, ma solo perché non amo i toni d'accusa e neanche la saccenza, o l'arroganza, di chi crede di conoscermi e per questo critica a sproposito, non argomentando il suo punto di vista su quanto scrivo, ma solo cercando di denigrare la mia persona. Quindi, si tratta solo di vedere come si dicono le cose... Se quello che hai scritto a lei ha lo stesso tono di quanto hai scritto a me, può essere che la signora sia permalosa. Se invece sei andata giù pesante e diretta non mi meraviglio che ti abbia bannata.

18 Febbraio 2011 - 19:45
Sai che ti dico? I due mi fanno ridere, il programma è anche utile perché insegna un po' di cose sullo stile, però sono d'accordo con te, va criticato. Lascerei perdere Carla Gozzi che è comunque contenuta e diplomatica nei suoi giudizi - anche se netta. E il fatto che si vesta in un modo discutibile, il fatto che non sia perfetta insomma, sdrammatizza i giudizi che dà perché lo spettatore può sempre dire "senti chi parla". Questa è solo la mia impressione, tanto basta a farmela digerire. Enzo è diverso. Anche se pure lui è molto personaggio, e si veste in modo elegante ma estroso, è alto ma ha la pelata, non ha la faccia più bella del mondo, quindi come Carla le sue critiche sarebbero sostenibile. Non fosse che è ultra conformista e fissato con il suo ideale di eleganza a misura di modella. Di modo che se il makeover è fatto su una donna che supera la taglia 38 Enzo sottolinea sempre, SEMPRE, il rotolino ma anche l'ombra di pancia ma anche un normalissimo fianco di una TAGLIA 42 SPORTIVA E TONICA! Ho visto da poco una puntata in cui una ragazza super sportiva, magra e tonica, e con un fianco assolutamente NORMALE, PROPORZIONATO, IMPERCETTIBILE... è stata criticata da Enzo perché c'era "il fianco un po' forte da coprire." Da notare che un secondo prima Carla aveva avuto solo complimenti per questa ragazza "bellissima, proporzionata e alta." Enzo del resto ha un'idea stereotipatissima della donna: con la gonna, tacchi sempre alti, magrissima. E critica sempre il rotolino o i 2 chili in più deplorando questa "morbidezza" (come la chiama ipocritamente lui).
 Da come parla, sembra che Enzo vorrebbe nascondere la donna per farla somigliare il più possibile simile a una modella. Carla no. O perlomeno, educatamente, tiene per sè i suoi gusti. A mio parere dovrebbero vestire la donna insegnandole cosa le sta bene e cosa no, valorizzando la sua bellezza naturale senza predicare quale corpo dovrebbe avere. Tanto più che in una sola puntata non possono cambiare il fisico della loro ospite, lavorano su quello che hanno: e riescono comunque a rendere molte donne bellissime. Ma Come Ti Vesti propugna il solito ideale del fisico sottopeso, senza fianchi, senza un filo di grasso. Mentre afferma di voler far riscoprire femminilità alle donne, le rimprovera perché hanno i fianchi... è paradossale. Per questo non posso approvarlo. (senza contare che come hai detto tu il fine ultimo è buttare via i vestiti economici e pubblicizzare quelli di lusso.) Grazie dello spazio... ne ho abusato! :) Layla

19 Marzo 2011 - 15:22
trovo davvero esagerate le vostre critiche. anche se non approvo tutti i look dei due conduttori, trovo il programma e le loro osservazioni davvero divertenti, questo poi non vuol dire che io sia d'accordo con ogni giudizio espresso. chi ama la moda sa che si tratta di qualcosa di molto soggettivo...quindi ben vengano i gusti differenti!! per me vige la solita legge: se il programma non ti piace non guardarlo.

21 Marzo 2011 - 17:47
Leggendo sia la recensione da cui si trae spunto, sia quella poi scritta di propria mano da Gin, devo dire che non mi trovo affatto in accordo con quanto detto. Ci sono molti commenti poi, che trovo un pò ipocriti e perbenisti... Prima di tutto, vorrei ricordare ai cari lettori che qui si stà parlando di un programma televisivo, in cui è dunque normale usare toni spinti contro i partecipanti (aimè brutto ok, ma nemmeno si può sempre chiudere gli occhi sulla realtà dei fatti generali che dilagano in tutta la tv) e direi che non c'è da chiedersi se questi ci restino male perchè certo deve ancora nascere chi potrà convincermi del fatto che queste trasmissioni non abbiano un bel niente di "reality", mentre di certo tutto è studiato (e non vedo come ci si possa sentire feriti da un commento finto). Secondo, vorrei dire che per me la moda non è da demonizzare sempre e comunque, ma invece la si debba capire ad assoggettare ai propri bisogni e al proprio stile intrinseco (che poi esista gente che si lascia trasportare da qualsiasi falso mito, certo non è colpa di questo format) e che non mi pare che i conduttori siano lì a spingere chiuque a farsi un paio di sandali da 350 euro (per quello esiste l'intero mondo della comunicazione, dalla pubblicità spicciola ai titoli di coda che menzionano le marche dei capi indossati in un programma, di cui spesso viene la voglia di sapere la firma...); mi sembra invece che propongano delle mise sempre molto adatte al tipo di persona che si va a rappresentare e che da quelle si possa partire come indirizzo da seguire quando si va a far compere da H&M ad esempio! Perchè scusate, ma si potrebbe dire altrimenti che il mondo è fatto davvero da gente che non sà pensare da sè e crede che per riproporre quegli stili servano per forza i capi proposti, quando il mondo è pieno anche di firme cheap ma con capi di tendenza e anche un minimo di qualità. Per terzo, tutte le cattiverie dette su Enzo e Carla sembrano davvero assomigliare molto a quelle dette da loro "ai poveri malcapitati di turno" e che tanto vi destano disgusto :) (ah, stranezze della vita...!). La signora Carla mi sembra una gran bella donna e non capisco perchè le sue parigine e i suoi gambaletti destino così grande sgomento, in quanto a mio avviso li sà portare davvero bene e con eleganza; riguardo l'età, ci sono icone di bellezza in giro coi suoi stessi anni, ma che nessuno pensa a criticare (anche perchè chi l'ha detto ce ne sia bisogno?) e credo che come sappia portare certi abiti lei, nessuna ventenne saprebbe (non è detto che superati i 40 si debba vivere in nero o tenui pastello accompagnati da una perla perenne all'orecchio). Enzo poi, mette sì completi con fanstasie molto particolari, ma c'è da dire che su di lui non stonano mai, perchè sà come indossarle e fanno parte del suo essere; abiti brutti e belli esistono...ma alcuni hanno dei "destinatari" che soli, possono indossarli in modo fresco e piacevole (Enzo è uno di questi a mio avviso). Per concludere quindi, vorrei dire che penso ci siano molti altri programmi e conduttori che porteranno questo sporco mondo alla rovina; conduttori pagati fior di quattrini per non far nulla ma a cui "nessuno importa", programmi con pretese di educazione e svago quando non hanno nemmeno il diritto di esistere...per cui, critiche a Ma come ti vesti, potrebbero essere anche cosa buona e giusta, ma coi dovuti termini e apportando argomentazioni un pò più serie e certo senza essere i primi a sparare a zero sui conduttori; è vero che la gente è influenzabile, ma proprio per questo non è detto che debba sempre essere chiamata "la-povera-vittima-dei-cattivi-uomini-neri-che-vogliono-tutti-in-taglia-38", un minimo di intelligenza ci devessere da parte di chi guarda e capire fin dove arrivano realtà e messinscena da spettacolo. Tyta

17 Aprile 2011 - 12:37
Un post di un'ironia squisita ma che soprattutto, almeno per quanto mi riguarda, coglie nel segno. A me il programma piace (anche se dopo alcune puntate diventa la solita minestra riscaldata), ma mi riuscirebbe difficile affidarmi al gusto di uno che veste come un telepredicatore americano o di una che si crede ragazzina al collegio delle Dame Inglesi, congelata nell'abbigliamento e nel modo di parlare in un'eterna adolescenza.
Per di più il programma ha un target così ristretto: giovane donna (25-35) rampante della Milano-bene, tutta carriera-aperitivo-cena su tacchi a spillo e pochette con lustrini... :-/ Salem

18 Aprile 2011 - 18:10
Carla Gozzi senza stile?? ma tu scherzi!! mai vista dal vivo?? immagino di no perchè se commenti così proprio non ci siamo!!!! io ho visto Carla dal vivo giusto due giorni fa e credo di non aver visto persona più elegante in vita mia!! forse perchè dove abito io cattivo gusto e sciatteria sono di moda! comunque può anche non piacerti il gambaletto in vista, ma questi sono gusti tuoi, non si può dire che Carla sia senza stile, ha più stile lei di tante altre che credono di essere chic quando invece non lo sono per niente, solo perchè sono famose pensano di potersi permettere qualsiasi cosa ma non è così, sta di fatto che tra tutti i look di Carla forse solo uno o due non sono stati di mio gradimento. Dare dei giudizi solo vedendo le persone attraverso la tv non è totalmente corretto meglio prima vederle e osservarle bene di persona!!! Io ho detto tutto, se il commento è di tuo gradimento bene, se non vuoi farlo comparire, non mi importa io ho detto quello che penso e non me ne pento!!

19 Aprile 2011 - 09:35
Puoi esprimere liberamente un tuo giudizio, positivo o contrario che sia. Se temessi un giudizio diverso dal mio non scriverei su un blog. Comunque sta di fatto che io ho criticato il messaggio che veicola il programma televisivo e di conseguenza, i suoi conduttori. E continuo ad essere dell'idea che sia un programma commerciale e non "educativo" come vorrebbe essere. Voglio dire... il programma non insegna alle donne ad essere se stesse, ad accettarsi, valorizzando uno stile personale, ma solo a seguire ciecamente ciò che dice la moda. Insomma, il pubblico è adulto, ha smesso da un pezzo di credere agli asini che volano. Ed è importante invece veicolare il messaggio: la moda passa, lo stile resta

01 Giugno 2011 - 10:43
Io trovo di cattivo gusto molte cose. Anzitutto l'idea che a consigliare gli abbigliamenti siano persone spesso vestite davvero fuori da ogni schema. In secondo luogo (fingere) di gettare via capi assolutamente normali almeno nella vita delle persone che lavorano, hanno famiglia, fanno la spesa ecc... Terzo lei sembra almeno 10 anni più vecchia ma finge di essere una ragazzina e lui è simpatico ma imbarazzante a volte. Ultimo ma non meno importante: nessuna spiegazione sul perchè sia meglio un abito piuttosto che un altro.

08 Settembre 2011 - 08:47
Gin hai visto che la Vecia platinata ultimamente si veste decente???? Dici che le avranno riferito i tuoi commenti???? eheheheh Sei una grande!

14 Settembre 2011 - 09:42
beh tra la Vecia platinata e la Vecia Boccolona ci s'intende..ognuna impara dall'altra..tra Vecie che dovrebbero ormai tagliarsi i capelli da un pò, come si sa..dietro liceo, davanti museo! :)

20 Settembre 2011 - 15:52
ciao Gin come sei stata cattiva con Carla ...a me piace troppo.. in effetti veste un po in maniera strana però è troppo mitica.. quindi ti dirò WWWW CARLA GOZZI

07 Ottobre 2011 - 17:17
Bla bla bla tutto ste ciance kilometriche per constatare alla fine che la Gozzi ha cambiato tiro!! Mavvia, non lo dice nessuno che la Ginuzza ha compiuto il miracolo??? Ma lo vedo solo io che la bionda si è data una regolata e ora veste mooolto molllto meglio :-DDD  ????? Grande Gin! Gloria a te o regina! Micio 

11 Ottobre 2011 - 15:26
ahaha ma infatti secondo qualcuno la Carla Gozzi ha cambiato look perchè ha letto il blog delle Gina? ma fatemi il piacere! la Carla Gozzi ha un programma tv da curare e tanta personalità. figuriamoci se si perde dietro aGina vattelapesca che nessuno la conosce. ditemi dove sta in tv Gina e allora chiedo anche scusa. :))  si l'invidia logora..

14 Ottobre 2011 - 12:10
Sig.ra Castelli, cioè ma si è guardata lei allo specchio?!?
Dire che è rimasta ferma agli anni '80 è dire poco...con quella pettinatura antiquata ha anche il coraggio di criticare una professionista che lavora nel settore moda da più di 20 anni?!? Io le consiglierei di proporsi come concorrente del programma altro che...

26 Ottobre 2011 - 15:55
Buongiorno a tutti i membri di questo blog,
sono il nipote di Carla Gozzi (lei è mia zia). Comincio col dire che non sono un fashionista o un seguace delle tendenze.... ma credo (anche in base a ciò che midice la gante) di avere gusto e saper riconoscere il bello e il brutto.... nel mio lavoro serve perchè insegno danza dove bisogna sempre essere alla ricerca della bellezza (nei movimenti, nell'espressività del corpo e, perchè no, anche nel vestire). Volevo condividere con voi il mio personale parere... Conosco Carla personalmente e non trovo giuste le critiche mossele con tanta veemenza.
La Sig.ra Gozzi:
1. una professionista nel settore;
2. lavora nel campo della moda da quando aveva 15 anni;
3. ha lavorato con importantissimi nomi della moda internazionale che tutt'ora la cercano;
4. come personaggio pubblico vi assicuro che è come tra i parenti... naturale, mai volgare e simpatica (in più è molto alla mano!!)

Non starò a giudicare come si veste o meno... anche a me piacciono delle cose che indossa o fa indosare ai concorrenti e altre no, educatamente ed in amicizia gli l'ho semplicemente detto quello che pensavo e.... incredibile: accetta anche i pareri di un profano come me. Vedo ogni tanto "Ma come ti vesti" proprio perchè c'è mi zia (se no penso non lo vedrei nemmeno....)  trovo la trasmissione una cosetta da Italiano medio, che guarda reality e tutto ciò che NON è la realtà (fame nel modo, crisi planetaria, violenza, ec...), ma ho la capacità di capire che queste cose vanno in TV ed andranno finchè ci saranno persone che le guardano... insomma gli attribuisco la giusta importanza, passino i commenti sul programma che può o meno piacere, ma non faccio critiche a vanvera senza veramente conoscere le persone che stanno lavorando... senza conoscere nulla di loro (età, per cominciare, tipo di stile, piuttosto che figura professionale e conoscenza tecnica). Aggiungo che se il programma ha certi toni, come del resto anche i conduttori, forse è perchè ci sono dei copioni da rispettare... mi sembra facile intuirlo... del resto se accettiamo uno Sgarbi o una Mussolini o altri che bestemmiano ed offendono in continuazione sulle reti private e pubbliche di stato, mi sembra esagerato andare ad alzare i toni per un ... "ma come ti vesti..!!"
Sappiate che nonostante non mi trovi d'accordo su diversi argomenti con mia zia Carla, posso garantirVi che è una brava persona, dedita al lavoro... capisco anche quanto sia facile colpire un personaggio pubblico.... ma ricordatevi che sta pur sempre lavorando (per rispondere al commento che parlava di offese alle donne che si alzano e lavorano.... la Sig. Gozzi fino qualche mese fa dormiva solo 4 ore per notte per lavorare).
Vi ringrazio per l'attenzione e speriamo che i toni si calmino attribuendo la giusta importanza a determinate cose, non sfottendo il lavoro delle persone e scannandoci o cercando perlomeno di affrontare i veri problemi del mondo.

31 Ottobre 2011 - 22:52
ah ah ah pure il nipote di carla gozzi ora. bene, se è vero ed è lui, la gin ha avuto il contatto diretto con ET.. non le sembrerà vero, immagino..finalmente un momento d'attenzione! :)  certo è che la sig.ra carla gozzi è davvero una bella donna, ora poi sta benissimo e ha un fisico tonico da urlo! le avessi io due belle braccia così..ha davvero grinta, stile e tanta personalità. non per nulla è dove è.. :)
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox