07/02/10

Conclusioni sulla dieta proteica

E' passato un mese da quando ho iniziato la dieta proteica e devo ammettere d'aver ottenuto buoni risultati. Ho interrotto il racconto diverse settimane fa perché non volevo tediarvi con un "esperimento" che riguardava più il blog di Belle oltre la 46! che questo. Ma so che siete curiose e dopo diverse e-mail in cui mi chiedevate come stava andando, be', ecco qui il risultato: - 4 chili in quattro settimane! Più di quanto avrei immaginato. All'inizio mi ero ripromessa di seguirla solo per 15 giorni, perché temevo di far soffrire troppo i reni, ma dopo aver consultato la nutrizionista e visto che tutto procedeva senza intoppi, ho deciso di continuarla per altre due settimane. Ora sto seguendo la fase di "transizione" che durerà un mese, quanto il periodo della dieta. Questa fase, come dice la dottoressa Marta, serve a reintrodurre gradualmente tutti gli alimenti prima esclusi, e a riattivare il metabolismo per mantenere nel tempo i risultati raggiunti. Quindi, per un po' ancora bustine, ma meno di prima!

Conclusioni finali?
Presto detto. La dieta è "talebana", nel senso che è così rigorosa che basta uno sgarro per vanificare il risultato ottenuto. Ho sofferto per la mancanza di frutta, per l'abolizione dei formaggi e per alcuni gusti un po' troppo sintetici delle bustine che alla fine mi uscivano dagli occhi, ma a parte questo, ho continuato a fare la mia regolare attività fisica - circa 7 ore a settimana - senza perdita di energia o di tono muscolare. Oltre ai chili ho perso anche centimetri sgonfiando in modo evidente la siluette. Ho perso anche una piccola percentuale di massa magra (si è visto nell'esame con l'adipometro) ma era quello che volevo. Le curve? Sempre al loro posto, grazie. Soprattutto il seno che grazie agli esercizi intensivi consigliati dal PT è ancor più tonico di prima. Ma la cosa più sorprendente, sulla quale mi riservo di indagare in maniera più approfondita, è che per tutto il mese in cui ho fatto la dieta e anche ora che sono in transizione non ho mai avuto un attacco di fibromialgia! Sarà un caso? Non credo. Sarà la grande quantità di potassio che ho preso per alleggerire i reni? Forse sì. O forse è il tipo di alimentazione che ha disinfiammato l'organismo. Chissà... Ad ogni modo, appena possibile ne parlerò con Marta, perché se così fosse sarebbe un bell'aiuto per tutti quelli che soffrono di fibro. Non vi pare?

Per tutti coloro che mi hanno chiesto se la consiglio, rispondo: sì, a patto che ci sia la salute e una forte motivazione. Perché senza la vedo dura tirare avanti per 30, 60 o 90 giorni. Eppoi tenete presente il costo, che per qualcuno potrebbe essere vincolante: di questi tempi, una dieta del genere è un bene di lusso! In un mese ho speso circa 400 euro, ai quali vanno aggiunti circa altri 200 per la fase di transizione. E la spesa della settimana non è stata più economica in quanto il maritozzo ha continuato a mangiare come prima - ovviamente - ed io ho acquistato quantità industriali di verdura e di proteine.

Bene, ora anche voi siete in grado di trarre le vostre conclusioni.
Per quanto mi riguarda... come gratifica per i risultati raggiunti dopo tanta "astinenza" ieri mi sono regalata un bel completino color lavanda della Freddy. Così, quando andrò a ballare la salsa potrò sfoggiare la mia linea invidiabile.

La dieta proteica
1° giorno di dieta

2° giorno di dieta
3° giorno di dieta
4° giorno di dieta
Quinto, sesto e settimo giorno
E l'ottavo giorno esultò

Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox