19/02/10

Clerici, una bellezza naturale

Una giornalista, durante la trasmissione di Maurizio Costanzo "Sanremo? Parliamone", chiede alla Clerici come mai entri spesso in scena zoppicando. La risposta è semplice: "Non sono capace di camminare con i tacchi! E pensare che mi sono anche fatta modificare le scarpe passando da 15 a 12 cm."

Ok. Permettetemi di restare interdetta di fronte a tale affermazione. E' proprio necessario indossare scarpe disumane e innaturali, rischiando, fra l'altro di rompersi l'osso del collo? Se lo scopo era quello di "slanciarla"... ahimé, dovevano puntare sugli abiti e non sull'altezza delle scarpe. Ma poi, perché snaturare la sua naturale bellezza? Antonella non è né alta né magra, lo sappiamo. Ma è bellissima così, nella sua rotondità di madre. Datele un paio di scarpe dai tacchi normali, che le permettano di camminare in modo elegante e non come una papera grossa e affaticata. Vestitela con abiti giusti, che valorizzano la figura; con tessuti opachi che accarezzano il corpo - non è necessario vestirsi solo di nero, ci sono anche variazioni di blu, verde e rosso che con i suoi colori chiari starebbero divinamente - e non con tessuti sberluccicanti simil carta stagnola che ingrasserebbero anche la Bruni. Cercano di nascondere le braccia con applicazioni che le rendono ancora più voluminose. Perché invece non dotarla di maniche? E le scollature? Con un seno così prorompente gli scolli rotondi non sono certo indicati! Diciamocela tutta: i costumisti e gli stilisti non sono ancora pronti a vestire con dignità ed eleganza una donna Donna come Antonella Clerici. E' più facile vestire un palo della luce, tanto quello è senza curve!
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox