08/01/10

Quinto, sesto e settimo giorno

Il quinto giorno scorre veloce. L'Epifania si porta via tutte le feste ed io mi sento più sollevata. Non ci sono più dolci e panettoni che girano per casa; nessuna tentazione in vista. Perché non solo la gola ma anche l'occhio...

La fame è pochissima, l'intestino - dopo uno squaraus provocato da dosi massicce di magnesio - ha ripreso a funzionare regolarmente. Sia ringraziato Dio. Fra una busta gradevole e una un po' meno, tiro avanti facendo sogni orgiastici degni d'un Re. La trama è simile per tutti: tripudi di frutta fresca, fra cui ciliege grosse e croccanti, ananassi dal profumo intenso, angurie gocciolanti e meloni carnosi, mi vengono portati su vassoi d'argento. Ovunque mi giri c'è frutta dai colori tropicali. Capiamoci, mica sogno la mela della Valgardena, io!

E in mezzo a tutto questo delirio, come se non bastasse, ecco grosse forme di formaggio latteria che camminano davanti ai miei occhi. Giuro, non ho fumato nulla, anche perché non fumo. Tutto vero: sogni autentici. Sì, lo confesso. Non sono normale. Io non sbavo davanti ai dolci, chessò, alle torte alla crema o a un vaso di nutella. Non salivo nemmeno con cibi salati ed elaborati. Per me il massimo dell'orgasmo è un panino con il formaggio, fresco. Tutt'al più mezzano, va'. Adoro il pane caldo appena sfornato (e non posso più mangiarlo, cazzo), la pizza fatta in casa e i panini caserecci. Sissignora! Datemi un panino e mi farete felice. Ehm, cioè... adesso è diverso: datemi un panino e mi farete venire il cagotto. Già, le farine bianche, tempo mezzora, poco meno, mi fanno effetto purga. Così, sono ormai solo un miraggio godurioso. Ma com'è bello sognare!

Il sesto e il settimo giorno sono simili ai precedenti, con la sola variante che avendo ripreso il normale tran tran quotidiano, fra lavoro, scuola, corsi e palestra, sono così presa che al cibo non penso più. L'allenamento con il PT (leggasi personal trainer) non ha avuto intoppi, anzi. Mi sentivo piena d'energia. Ma non esulto ancora perché dopo sei giorni di riposo mi meraviglierei del contrario. Aspettiamo di arrivare in fondo alla dieta e poi vediamo come sto a forza muscolare.

Qualcuno di voi ha scritto chiedendo se prendo qualcosa per "stare su". Se per "su" intendete integratori, posso dire che nei prodotti che sto assumendo ci sono già tutte le vitamine, gli antiossidanti e i minerali di cui ho bisogno. Ma aggiungo, comunque, del potassio cloruro - datomi dal medico, con ricetta - per non affaticare troppo i reni e bevo sempre molta acqua. Inoltre, nell'unico pasto "umano" che mi è concesso cerco di mangiare come contorno almeno 700 gr. di verdura, sia cruda che cotta. Non bisogna dimenticare che l'intestino ha bisogno di fibre per funzionare bene.
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox