05/01/10

2° giorno di dieta

Vi siete persi qualcosa?
Leggete i post precedenti: La dieta proteica, 1° giorno di dieta.

Ieri sera, colta dai sensi di colpa, ho tolto la zuppa di pollo dal frigo e l'ho finita. Ah, che penitenza. Per consolarmi poi ho cucinato delle verdure al vapore, carote, broccoli e cavolfiore, e me li sono pappati di gusto. Ma, ahimè,  un'ora dopo il mio stomaco languiva e reclamava ancora cibo. Che fare? Forse mezza zuppa non era sufficiente a saziarmi, è vero. Così ho aperto la confezione delle barrette rompifame e ne ho mangiata una al caramello. Deliziosa... Finalmente qualcosa di gustoso. Felice e contenta me ne sono andata a letto.

Oggi è il secondo giorno. Mi alzo sempre tardi (sono ancora in ferie), bevo il mio caffè e provo un budino ai cereali e miele. L'odore è decisamente troppo dolce per il mio naso sensibile ma il sapore è meno intenso. Passata, via. Ma rimpiango la mia fetta wasa quotidiana cosparsa di marmellata fatta in casa senza zucchero. Vabbè, meglio non pensarci. Due ore dopo apro una zuppa di funghi e la metto nel minipimer. Devo riuscire a capire perché la polvere si amalgama così male con l'acqua e il latte. C'è scritto di mettere prima la polvere e poi i liquidi... e se provassi a metter prima l'acqua? In effetti, questa volta il composto riesce meglio e la zuppa è decisamente gradevole. Si sentono persino dei pezzetti di funghi sotto i denti.

diet-protein-300x190Qualche ora dopo ecco che si scatena la sete. Ho la bocca arsa, asciutta: è una sensazione strana. So che devo bere almeno due litri di acqua al giorno ma a fine giornata ne avrò scolati almeno tre. Considerazioni? La fame è diminuita, ma la sete è considerevole (ma sto prendendo sia potassio che magnesio, quindi sono tranquilla) tanto che per uscire sono costretta a portarmi dietro una bottiglietta da mezzo litro nella borsa. Voglie non ne ho - quando si è a dieta vengono delle voglie pazzesche, soprattutto di ciò che non si può mangiare - ma mi manca da morire la frutta e la verdura. Adoro la verdura; la mangio in quantità industriale e non capisco proprio chi viva senza. Ma come si fa? E' così buona e colorata che quand'è nel piatto mette subito di buon umore. La frutta poi, non ne parliamo. A parte le banane, che per me sono veleno e alcune graminacee a cui sono allergica, sono sicura che potrei vivere di sola frutta e nient'altro. L'umore è buono, ma il mio lo è sempre. Non ho cali di pressione né giramenti di testa. Tutto procede bene a parte gli scherzi di mio marito che mi mangia caramelle sotto il naso e mi propone tentazioni al cioccolato. Bastardo. Per punizione l'ho portato a fare shopping con me tutto il pomeriggio e al mio rientro preparo subito la cena: scotto il petto di pollo sulla piastra e preparo l'insalata. Adesso ho proprio fame. Credo sia importante durante una dieta di questo tipo inframezzare tutte quelle minestre e zuppe liquide con qualcosa di solido. E' una questione psicologica ma soprattutto di stomaco. Con così tanti liquidi nello stomaco mi sembra di sentir saltare le rane. No, no. Non sopporterei una dieta così stretta, darei i numeri. Anzi, ora che ci penso, mi sbafo anche due biscotti al cioccolato. Tiè!
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox