25/11/09

Piano piano, a fatica

Piano piano, a fatica, riemergo dall'inferno.

Nessuna influenza, nessun imprevisto o accidente incidentale. Solo lei: la fibromialgia. E' tornata più rabbiosa che mai, colpendomi all'improvviso durante il sonno. Mi sono semplicemente girata su un fianco allungando un braccio per spegnere la sveglia e una scossa mi ha attraversato il cervello, come una scarica elettrica. Tutto qui. Semplice. Ma tanto è bastato per impietrirmi dal dolore, dal collo giù giù fino alle gambe. A nulla sono valsi i miorilassanti, gli analgesici, i bagni caldi. Il dolore non mollava e contraeva tutti i muscoli. Un colpo di tosse, un sorso d'acqua bastava per farmi vedere le stelle. Mai prima d'ora la fibro aveva colpito così duramtente. Ho tenuto duro un giorno, in attesa che arrivasse lui, il fisioterapista dalle manine d'oro, forti come morse d'acciaio. Quelle mani sono la mia salvezza anche se mi fanno piangere dal dolore. Ma resisto perché so che dopo starò meglio. Oggi è tornato, stupito di vedermi ancora rigida e allora giù un'altra sgranocchiata di mani: «Domani vedrai starai meglio.» Lo spero.

Un grazie dal cuore a voi che avete notato la mia assenza e preoccupati avete scritto. Non potevo rispondere ma ho letto le vostre e-mail e mi sono commossa. Sì, mancate molto anche a me. Questo mutuo scambio fra voi e me oramai appartiene al mio quotidiano. E un grazie anche alla mia amica Anna che sta scrivendo queste righe sul blog divertendosi come una matta perché - dice - con le mani sulla mia tastiera si sente "gasata" e forte come un'acqua minerale. Non riesco ancora a scrivere da sola perché le nevralgie sono forti, ma domani, come disse qualcuno, è un altro giorno.


Zoe è tornata - 24.09.2009


E' uno di quei giorni in cui vorrei essere un'altra. Senza dolore, senza crampi o bruciori. La fibromialgia è tornata all'attacco, all'improvviso. Con tutta la sua crudeltà. Da due giorni sono piegata da nevralgie lancinanti che mi bloccano i muscoli dellla schiena e delle gambe. Devastante. Non so nemmeno più quante gocce di analgesico ho preso. Il magnesio fa quel che può. Certamente non i miracoli. L'unico desiderio è che passi al più presto. Ma sembra un dolore senza fine. Mi spiace solo non essere più presente sul blog, scrivere per voi. Ma in questi momenti, pur volendo, il cervello è annebbiato. Difficile mettere a fuoco qualcosa che abbia senso. Così, cammino su e giù cercando di non pensare. Domani, forse, sarà un giorno migliore.


Un nuovo attacco di fibro - 06.06.2009

Avevo un sacco di cose da fare, idee e post da scrivere sul blog... invece da giovedì pomeriggio ho il collo bloccato dalla fibro e sono tutta un dolore. Il fisioterapista ha consigliato riposo e allontanamento "fisico" dal lavoro. No, non è il blog a crearmi queste tensioni ma le dichiarazioni dei redditi! Mannaggia a loro.


Convivenze - 16.03.2009


E' primavera.
Sarà anche una bella stagione, ricca di profumi e colori brillanti, ma potendo... salterei direttamente all'estate. Sì, perché con tutta 'sta natura in "movimento" mi sta vendendo un catalogo assortito di dolori e doloretti: torcicollo, contratture, lombalgia, infiammazione dei crociati... persino una tendinite da mouse. Che cazz! E l'allergia da pollini? E quella dell'acaro bastardo? E le reazioni incrociate fra alimenti e infiorescenze? Tutto 'sto tripudio di germogli mi sballina. Già ne ho le palle piene di convivere con Zoe aggrappata con le unghie e con i denti alla mia schiena! Già combatto ogni giorno con lacrimazioni e occhi gonfi tanto che la mattina evito di guardarmi allo specchio altrimenti prendo paura. E' sufficiente? Ma no, non basta. Adesso è arrivato anche l'attacco di prurito! Son sette giorni che mi gratto furiosamente l'avambraccio destro. E di notte la tortura aumenta e m'impedisce di dormire. Cazzo c'ho adesso? Che novità è questa? Sarà mica che Zoe ha preso le pulci?
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox