13/07/09

Il predicozzo: chiediti perchè?

«Senti Lucia, ti dirò quello che penso.» Dico sorseggiando il caffè.
«Questa storia non mi piace. C'è qualcosa che non va'. Lo sento “a pelle”.» Non riesco più a stare zitta, se non parlo scoppio!
«Cerchiamo di ragionare. Ammettiamo per un momento che sia tutto vero, cosa che non credo, ma ammettiamo sia vero. Lui è veramente innamorato di te, ha intenzione di lasciare la moglie e ti regala un diamante. Hai idea di quanto può valere quell'anello?»
Lucia guarda la mano assorta.
«A occhio e croce sarà più di un carato di pietra. Se è vero, hai addosso quattro/cinquemila euro di anello.» Sgrana gli occhi stupita.
«Se vuoi possiamo chiedere a Laura che ha oreficeria e s'intende. Ma credi, mi sbaglio di poco. Adesso spiegami, perché un uomo come lui, benestante, milanese, dovrebbe innamorarsi di una  venticinquenne conosciuta in chat, che vive in un buco di città fuori dal mondo, che fa l'operaia, anzi correggo, faceva l'operaia in una fabbrica, senza progetti per il futuro, quando a Milano ha a disposizione modelle, indossatrici, aspiranti veline e chi più ne ha più ne metta. Ragazze bellissime, molto più decorative di te, disposte a tutto.»
Apre la bocca per dire qualcosa. «No, aspetta. Lasciami finire. Ammettiamo che sia così. Che cosa sai di lui? Niente, lo conosci appena. Pensi davvero che lascerà sua moglie per te? Io credo che abbia solo voglia di divertirsi. Se fosse VERAMENTE innamorato non ti avrebbe permesso di mollare il lavoro, a meno che non ne avesse uno lui da offrirti. Eppoi, perché prendere in affitto un attico in centro quando c'è già il tuo appartamento? Lo sa che stai pagando un mutuo? Pensa di pagartelo lui? Pagherà sia l'affitto che il mutuo? Ha intenzione di mantenerti qui a Udine oppure pensa di portarti a Milano?

Lei resta in silenzio bevendo il suo caffè. Sul viso è comparsa un'espressione enigmatica.
«Lucia sveglia. Questo non è “Pretty woman” e tu non sei a Julia Roberts. Chiediti perché fa tutto questo? Dove vuole arrivare?» La domanda non ottiene risposta.
«Senti» le dico prendendole la mano «sai che ho più esperienza di te in queste cose. Conosco quegli ambienti, sono molto competitivi. Non c'è spazio per brave ragazze di provincia.»
«E se non fosse vero? Se non è quello che dice... Tu che pensi?» Finalmente parla.
«Beh. O è un pazzo che sta sperperando i soldi di famiglia. Non sarebbe né il primo né l'ultimo...» Sospiro. «Oppure è un pappone.» Finalmente l'ho detto.
«Un cosa?»
«Un pappone. Un magnaccia. Quelli che cercano brave ragazze per portarle alla prostituzione!»
«Non ci credo. Non è possibile.» Dice scuotendo la testa. «Cosa te lo fa pensare?»
«Lucia, credimi. Ne ho incontrati diversi quando lavoravo a Rimini ventanni fa. Sono uomini molto pericolosi perché sembrano dei bravi padri di famiglia. Sono dolci, rassicuranti, comprensivi e ti riempiono di regali. Hanno solo uno scopo in mente: farti innamorare per poi spingerti sulla strada.
«Io non sono così stupida. Lui non è il tipo...»
«No. Non sei stupida. Però sei un'ingenua. Non hai esperienza del mondo. Non sei mai uscita da Udine, non hai idea di cosa ci sia fuori da questa tranquilla cittadina. Qui non succede mai nulla. Ma fuori è diverso e un pappone fiuta lontano un miglio le ragazze ingenue.»
«Potresti sbagliarti.»
«Sì, è vero. Potrei sbagliarmi. Ma sta a te decidere. Puoi berti tutto quello che vuoi, oppure aprire gli occhi e iniziare a farti delle domande.»
«Tu cosa faresti? Se fossi al posto mio?»
«Beh, intanto vorrei sapere se l'anello è vero o è un tarocco.»
«Certo che se è falso... glielo faccio mangiare.»
«Forza, dai. Alza le chiappe che andiamo da Laura.»
«Adesso?» Sembra sorpresa.
«Certo, adesso. Fuori il dente, fuori il dolore. Meglio chiarirsi subito questo dubbio, no?» Mi alzo e faccio per prendere il portafoglio.
«Lascia stare. Pago io.» Dice pronta Lucia.
«Giusto. Anche perché la consulenza amorosa ti costerà cara!»
Scoppia in una risata argentina. «Spero di non dover aprire un altro mutuo per pagare i debiti.»
«Ah, non lo so.» Rispondo ridendo e insieme usciamo dal bar.


Perché siamo arrivate a questo punto?
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox