29/07/09

Belen alla gogna

Il caso Belen Rodriguez e l'indignazione popolare.
Scrive la giornalista Nadia Urbinati di Repubblica: "Non è facile essere donne in questo tempo di stravolgimento dei valori e dei costumi, di smarrimento del senso comune. Non è facile trascendere ciò che ci sta intorno e ci offende: vicende di giovani donne che si lasciano abbagliare da vecchi e meno vecchi uomini potenti; che accettano di farsi rimpicciolire fingendosi "bimbe" di un "papi". Non c'è glamour in questa società dei diminutivi. Le ragazze che sono vel-ine, meteor-ine e ricevono farfalline e targarugh-ine: un linguaggio che le rimpicciolisce trasformando il serraglio in un parco ludico infantile."

Non è facile, sono d'accordo. Ma non c'è nulla di nuovo sotto il sole. Tutto questo c'è sempre stato e sempre sarà finché ci saranno donne disposte a farsi mal-trattare così.

"...L'Italia è una miniatura di se stessa, lo specchio di quel linguaggio di diminutivi che le giovani ragazze si lasciano appioppare con sorprendente indifferenza da profittatori di ogni età. La loro presenza sulla scena sociale è tutta privatissima, proprio come vogliono che sia da tempi immemorabili gli uomini "a mal più ch' a ben usi". Le donne sono sempre lo specchio della società, il segno più eloquente della condizione nella quale versa il loro paese quando muoiono per le violenze perpetrate da un potere tirannico o quando viaggiano con voli prepagati per ritirare un cotillon a forma di farfalla. Nelle loro storie è riflessa la storia tragica o patetica delle loro case e delle loro città. E come nel caso delle donne vittima di violenza del tiranno, anche nell'altro è urgente che si levino voci di critica, di sconcerto, di denuncia; voci di donne. Questo silenzio ammorba l' aria."

Ok, il discorso fila liscio come l'olio della padella dove frigge la politica italiana. Ma in tutto questo livore femmineo cosa c'entra Belen Rodriguez? Perché il sito web Il corpo delle donne insorge contro la puntata di Sarabanda andata in onda il 19 giugno? Cosa c'è di veramente scandaloso in un sedere - coperto rigorosamente da un costume da bagno - che sale sinuoso le scale? E' l'intenzione che sconvolge o il pensiero malizioso che ne scaturisce? E' andato in onda alle 19:40, ok, mentre i ragazzi erano, ovviamente, davanti alla TV. Wow. Che scandalo. Sta a vedere che quando andranno in spiaggia, nel week end, resteranno disorientati alla vista di tutti quei corpi seminudi. Quanta ipocrisia.

Anche il Moige insorge. Belen alla gogna. Scrive Cittàoggiweb: "Ben 2.214 le segnalazioni arrivate a giugno, il 75% delle quali erano proteste per le inquadrature della bella Belen Rodriguez. Una telespettatrice lamentava inoltre gli “sguardi assatanati di ragazzi con bava alla bocca”. Troppo, in un programma che “è già divertente e carino da solo.”  Stanno cercando di farne un caso mediatico? Hanno bisogno di distogliere la nostra attenzione da qualcosa di più grave?

Io credo che ci stiano propinando il "circo". Per farci star buoni. Per prepararci alla stangata di settembre. Per farci sopportare la crisi. Sì, certamente è così. E' il periodo giusto: caldo, spiriti bollenti e gossip da ombrellone. Volete vederlo? Ecco il circo. Ma dopo averlo visto, scrivete francamente quali paure avete. Perché io, che sono donna, non ne ho.


Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox