12/06/09

Oggi è un giorno speciale

Oggi è un giorno speciale. Mio marito compie quarantanni (adesso sarò io a chiamarlo vecchio bacucco) e ricorre l'anniversario del nostro primo incontro. Doppia festa allora? Non proprio. Il mio "micio" è depresso e non vuole festeggiare. Fino ai trentanove mi ha permesso di organizzargli le feste "a sopresa" con tutti i suoi amici e amiche; quest'anno invece ha iniziato a "rompere" quindici giorni prima dicendo che non voleva nessuna sorpresa, solo calma piatta come un giorno qualsiasi (fosse vero).

Secondo me non sono i 40 a fargli paura, è solo stressato dal periodo fiscale. Quest'anno gli studi di settore sono arrivati tardi e lui si sente preso per il collo. Non c'è giorno, anzi notte, che rientri a un'ora decente come tutti i cristiani. Sta su quelle scartoffie fino a notte fonda - oggi era l'una quando è rientrato e mi ha buttata giù dal letto perché voleva gli auguri. Grr! - alla faccia di chi pensa che i commercialisti non fanno un cazzo e mangiano pane a ufo. Se fossero pagati per quanto lavorano adesso avremmo attico, barca e casa al mare invece di massacrarci le palle in questo modo. Comunque, per metterci una pezza mia madre ci ha invitati a cena - finalmente un pasto decente - e con quella scusa ho prenotato una torta gelato dal gelataio più famoso d'Italia (che guarda caso sta proprio a Udine). A quel gelato mio marito non sa resistere e se apre bocca per brontolare gli infilo una bella porzione di semifreddo in bocca.

Mamma è contenta di averci a casa, almeno così ci vede. L'ultima volta mi ha chiesto se avevo una fotografia perché ha scordato le nostre facce, e papà - che stravede per mio marito - quando sa che siamo ospiti per cena si fa trovare tutto in ghingheri. Poverino, sarebbe un peccato deluderlo perché con il Parkinson avanzato ogni volta è un'impresa alzarlo dal letto. Sulla sedia a rotelle si stanca subito nonostante abbia un ultimo modello super lusso imbottito fino all'inverosimile. Ma per mio marito è disposto pure a fare tardi.

Eppoi oggi si celebra il nostro primo incontro. Al buio. Sì, perché se non avessi dato retta ad un'amica che mi parlava di uomo fantastico che dovevo assolutamente conoscere, chissà dove saremmo ora... Ma questa è un'altra storia e ve la racconto un altro giorno!
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox