13/08/08

Questione di età

Giulia è una ragazza molto carina, minuta, look acqua e sapone, 35 anni compiuti ma all'apparenza una ventenne. Anche lei è medico (ho diversi clienti in questo settore). Non c'è bisogno di tanti discorsi; quando mi racconta che i pazienti dai 50 anni in su la prendono sotto gamba e chiedono di poter parlare con un dottore più "anziano" ho già focalizzato il problema: questione di età! Apparente. Il mio compito sarà quello di farla sembrare più vecchia e quindi con più "esperienza".

Via l'aria da ragazza acqua e sapone senza trucco, sì ad un make up leggero ma sofisticato che punterà a valorizzare gli occhi sottolineati da una sapiente bordura scura. Sì agli occhiali con la montatura importante - anche se ci vede benissimo - che danno quel tocco professionale che non guasta mai. Via la coda di cavallo legata alta che fa tanto adolescente e sì ad una piega sciolta e mossa che la invecchierà di qualche anno. No a jeans e maglietta, sì ai pantaloni classici con le pinces e alle camice con collo a bowling, femminili ma non seducenti. Ok anche alle gonne in tinta unita, in colori sobri e con lunghezza sotto il ginocchio. Via alle scarpe con il tacco basso e alle ballerine, sì a calzature con tacco da 6/7 cm - grosso - e alle decolleté classiche con punta rotonda. Gioielli pochi, solo l'indispensabile e scelti nei metalli preziosi. Mani e unghie sempre curate: vietatissimi i rosicchiamenti vari. Profumo? Solo se discreto e preferibilmente fragranze unisex. Ed ora un occhio alla postura. Per apparire professionali bisogna trasmettere sicurezza. Quindi, spalle e schiena diritte, pancia in dentro, bacino allineato e movimenti fluidi. I gesti dovranno essere sempre lenti e misurati. Sguardo fisso negli occhi dell'altro e sorriso abbozzato. Vai e colpisci duro!

Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox