01/08/08

Proporzioni

Il mondo non gira intorno alla 42! Ce lo stanno dicendo i media in tutte le lingue. Sarà vero?

"Basta con le modelle anoressiche e bulimiche!"
"La donna taglia 46 è più femminile!"
"Evviva le taglie forti!"



A parte il fatto che chi porta la 46 fa una fatica boia a trovare qualcosa di decente da indossare - vedi la sottoscritta - perché il 46 è quella taglia di mezzo fra "le magre" e le "pienotte" che:

- non trovi mai perché l'ha già presa qualcun altro
- sta troppo stretta e ti evidenzia i "difetti"
- cade male sul corpo perché quel capo è fatto per quelli più obesi di te...

ma parlando di taglie forti, siete mai entrate in un negozio per donne over 46? No? Io l'ho fatto. Stavo cercando un pantalone di lino beige - un capo base importantissimo del mio guardaroba - dal taglio classico: gamba larga e vita al posto giusto. Semplice vero? E che ci vuole? Avevo già fatto dei tentativi di shopping nei negozi del centro città, purtroppo andati a vuoto (continuo a non capire perché a Udine il rapporto aumento negozi = pochi vestiti decenti sia sempre proporzionale) così mi sono decisa a cercare fra le taglie comode. Praticamente sono all'ultima spiaggia. No, non farò il nome del negozio perché non vorrei pigliare una querela per "danneggiamento d'immagine".

Il posto è carino e mi viene incontro una commessa magrissima, taglia 42! Ecco, già da lì, chi gestisce il punto vendita dimostra di non aver capito una mazza! E chi ha problemi di abbondanza avrebbe tutto il diritto di incazzarsi. Ma andiamo avanti. Mi accoglie con un sorriso - finalmente una commessa gentile - e mi chiede cosa desidero.

- Vorrei un pantalone di lino chiaro, tinta beige.
- Che taglia?
- Un 46 abbondante!

Sorride. Sorrido. Le taglie sono americane e non riesco a destreggiarmi fra tutti i numeri che vedo sul cartellino... Lei parte sicura verso la fila di pantaloni beige, poi si volta.

- Cerca un modello in particolare?
- No ma mi serve per lavoro, quindi cerco un modello classico, gamba larga e niente vita bassa...
- Certo. Le prendo tutto quello che ho, si accomodi pure in camerino.

Vado verso le tende alla mia destra. Fa un freddo boia; sembra di stare al Polo! Penso alla battuta di mio marito: "Bello tutto sto grasso che cola..." Ah, ahahah. Qui di sicuro non cola niente. Brrr. Dopo pochi minuti la vedo arrivare carica di pantaloni.

- Ecco signora. Se le serve aiuto mi chiami pure.

Ok, si parte. Inizio con il primo modello. Sembra carino, ha una fascia alta in vita con due bottoni gioiello. Infilo la gamba destra e mi fermo: mi fascia. Provo ad infilare l'altra ma il modello è stretto di gambe e larghissimo in vita.

- Tutto bene signora?
- Insomma. Sono tutte uguali le taglie che mi ha dato?
- Sì signora, tutte 39.

Se lo dice lei... Provo il secondo modello: arriva al ginocchio e di più non sale. Uffa! Menomale che il camerino è fresco perché inizia a salirmi la pressione. Calma. Vuoi non trovare un pantalone qui??? Prendo il modello con le pinces: ok, evitiamo commenti.

- Come va?
- (Va di m...) Male, non credo siano il modello giusto per me.
- Posso vedere?
- Ah, sicuro, adesso le faccio vedere un bell'effetto imbuto.

Esco dal camerino tenendo con le mani il pantalone che potrebbe tranquillamente contenere anche mia sorella e i suoi due figli ventenni e con un sorriso ebete stampato sulla faccia. Vabbe' detto fra noi un po' mi sento gratificata perché ho capito di non appartenere alla categoria "over 46".

- Ma lei ha un vitino magrissimo!
- Ehm, sì per fortuna... e pensi che ho messo su 10 centimetri in vita. Però questo pantalone, come gli altri, è tagliato male, vede?
- Sicuramente non è adatto a lei.
- No, infatti. Ma dubito stia bene a chiunque...
- Be' lei è magra!
- E lei è gentile... ma se io sono magra, le donne veramente robuste come vestiranno?
- In che senso?
- Come in che senso? Non lo vede? Come fa un pantalone tagliato così largo sui fianchi essere così stretto sul fondo?
- Non so che dirle...
- Guardi questa gamba: finisce a tubo. Questo modello fa sembrare grassa e sproporzionata anche me! Si figuri come cade su un fianco taglia 50! E' questione di proporzioni! Sembro una damigiana messa sottosopra.
- Non so che dire. Certo... ha ragione. Lo vedo anch'io...
- Ma i pantaloni che ha in negozio, sono tutti tagliati così?
- Sì, tutti. Vede?
- Sì, vedo. Così come vedo che ha molti capi invenduti. E siamo sotto saldi! Lo faccia presente ai suoi titolari. Anche le donne robuste hanno il diritto di vestirsi bene!
- Certamente. Sono d'accordo.

La commessa è in evidente imbarazzo. Poverina, mi fa pena. Lei, per ora, di questi problemi non ne ha... è così giovane e inesperta.

- La ringrazio e la saluto.
- Non vuole vedere qualcos'altro?
- No, grazie. Torno a lavorare.

Incredibile! Mi hanno "dato buca" anche qui.

Nessun commento:

Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox