13/08/08

L'importanza del camice

Un giorno venne da me per una consulenza un medico che conoscevo di fama ma non avevo mai visto di persona. Quando entrò in studio rimasi basita: era estate e faceva molto caldo, lui era abbronzatissimo e aveva un look da tamarro in vacanza, piuttosto insolito per un uomo di quella levatura. Occhiali da vista verde acido alla "Mughini", camicia hawaiana a fiori rossi e bianchi, bermuda verde militare stampate con la bandiera americana di traverso "a stelle e strisce", scarpe da rapper. Saltando i preamboli  mi raccontò subito il motivo di quella visita. Negli ultimi anni la sua credibilità era andata diminuendo; i colleghi non gli portavano più il rispetto di una volta e i pazienti erano diventati difficili da gestire. Gli feci qualche domanda chiedendo di descrivermi le sue giornate lavorative nei particolari. Ne uscì un quadro preoccupante. Lo guardai fisso negli occhi per qualche istante. Lui abbassò lo sguardo ed io azzardai chiedendo se quello era il suo look abituale. Mi mostrò una fila di denti, rinfrancato (era molto sexy quando sorrideva) e annuì. Gli chiesi da quanto tempo vestiva così eccentrico e se prima vestisse in modo diverso. Mi raccontò del suo difficile rapporto con le donne e disse che per uscire dalla timidezza aveva iniziato a vestire in modo eccentrico e originale, più libero da convenzioni. E lo stratagemma funzionava nelle relazioni amorose! Peccato che in ospedale questo atteggiamento avesse minato la sua professionalità. Gli spiegai con calma cosa pensavo del suo look e cosa significava "vestire professionale" nel mondo del lavoro e "casual" nel tempo libero. Capì immediatamente l'errore "strategico" e si mise a scrivere sul suo taccuino la lista dei capi che poteva indossare e quella dei capi da evitare. L'uomo era meticoloso! Lo incontrai casualmente un paio di mesi dopo proprio nel reparto accanto al suo: indossava un bel camice bianco - ben abbottonato - e trasmetteva un'aria professionale e sicura. Anche questa volta avevo portato a casa un risultato. Ero fiera di me!

E' importante sapere che gli abiti sono una parte visiva del sé. Essi sono i vocaboli e lo stile è il modo che ognuno di noi ha per esprimersi. Ogni volta che ci vestiamo inventiamo noi stessi. Gli abiti che indossiamo forniscono a chi ci sta di fronte indizi preziosi sulla nostra personalità e possono aumentare o diminuire il grado d'intelligenza, di successo e di seduzione. Il modo di vestire, inoltre, può attirare le persone che vestono in modo simile e quindi favorire nuove amicizie. Ma anche i colori che scegliamo hanno una grande importanza. Quando incontriamo qualcuno, prima di notare gli abiti, notiamo i colori che indossa. Se i colori sono forti e brillanti possono darci una bella botta d’energia, oppure stordirci; se invece sono morbidi diventano rilassanti. Ma di questo parleremo in un altro articolo.
Template e Layout by Blografando2011 Distribuito da Adelebox